Via del Ponte 25
38123 Trento
+39 0461 923288
info@tomaselli-irrigazioni.it
ORARIO
Lun – Ven 8 – 12 e 14 – 18
Sabato CHIUSO

TRATTAMENTI ANTIPARASSITARI

Le aziende che per scelta seguono il metodo di produzione biologico dovrebbero dotarsi di un sistema rapido e funzionale per effettuare comodamente i trattamenti sopra chioma.
Già da qualche anno abbiamo messo a punto un dispositivo (unità mobile) semplice e funzionale che permette la diluizione e la continua miscelazione del prodotto in una particolare vasca e la sua successiva iniezione controllata per effettuare, in pochi minuti, il trattamento sovra chioma.
Con la stessa apparecchiatura, collegata all’impianto a goccia, si realizza anche la fertirrigazione e, al bisogno, il lavaggio delle ali gocciolanti. Per alcune moderne aziende bio abbiamo realizzato impianti di nuova concezione: si tratta di un sistema d’irrigazione bivalente con copertura molto uniforme che permette sia la protezione antibrina nel periodo delle gelate, sia di effettuare in pochi minuti il trattamento sovra chioma con polisolfuro, indipendentemente dalla presenza delle reti antigrandine e con la possibilità di gestire, con particolari irrigatori, l’effetto deriva del prodotto fitosanitario.

FERTIRRIGAZIONE

La continua e crescente evoluzione degli impianti di irrigazione a goccia, la loro grande efficienza nel distribuire l’acqua, impone che anche la concimazione sia allo stesso modo mirata esattamente alla radice della coltura.

Ciò è possibile tramite la FERTIRRIGAZIONE, innovativa tecnica che permette di incorporare il fertilizzante all’acqua e distribuire quindi la soluzione mediante l’impianto di irrigazione. Questo consente di gestire l’apporto di nutrienti e di acqua in modo equilibrato e funzionale ai bisogni della pianta.
I vantaggi sono numerosi ed evidenti, primo su tutti l’uniformità di distribuzione del fertilizzante stesso senza inutili sprechi: l’apparato radicale della pianta infatti, assume gli elementi nutritivi proprio dove serve, ed esattamente quando necessario al ciclo colturale, garantendo quindi una maggiore produttività e un minor consumo di risorse.

E’ inoltre possibile misurare la conducibilità dell’acqua e correggerne il PH, parametri indispensabili per mantenere lo stato di solubilità degli elementi e la loro giusta concentrazione, ottimizzando quindi i processi di scambio fra le radici e la soluzione nutritiva.

Anche l’ambiente trarrà benefici dall’adozione di questa tecnica di coltivazione perché ha un ridotto impatto ambientale: localizzando la concimazione soltanto nella zona dell’apparato radicale, si evitano le perdite dovute alla dispersione lontano dalla pianta, alla scarsa uniformità di distribuzione e alla lisciviazione incontrollata.

Nei frutteti di nuova generazione, il tipo di sviluppo radicale è limitato sia per effetto di antagonismo delle radici, sia per “stanchezza" del terreno. Questo è in parte risolvibile con la pratica della fertirrigazione. Si rendono in questo modo disponibili elementi nutritivi nei momenti di massima efficienza delle radici evitando dispersioni nel terreno di azoto o altri elementi difficili da assorbire .

PIÙ CONTROLLO - PIÙ PRODUTTIVITA' MENO MANO D'OPERA - MENO IMPATTO AMBIENTALE

  • Il nostro ufficio tecnico è a disposizione per verificare insieme a voi se il vostro impianto ha le caratteristiche adatte allo scopo o per la progettazione e realizzazione di un nuovo impianto ottimizzato anche per questo tipo di servizio.